Alcuni di voi conoscono già la storia di Xana, il leone marino con problemi di rigurgito. Questo addestramento è stato fatto da uno dei fondatori di WeZooit, Enzo Rodríguez, e presentato alla conferenza IMATA 2018 in Portogallo.

In questa occasione, vi diremo come è stato fatto, passo dopo passo,questo addestramento un po’ più complesso.

 

Cominciamo.

Che problema aveva Xana?

È stato osservato che al termine degli addestramenti, Xana , rigurgitava dalle quindici alle venti volte, facendolo sempre quando lo staff lasciava la struttura. Seguendo questo fatto più attentamente , vediamo che Lei prima di fare questo comportamento ,rigurgito , mostrava un chiaro precursore, che consisteva nello spostare un po’ 'indietro il collo nuotando, e subito dopo rigurgitava.

Questo comportamento lo potete osservare nel seguente video.

 

 

 

Come normalmente facevamo cinque sessioni al giorno e alla fine di ognuna Lei rigurgitava sempre, considerando il pesce per sessione, questo comportamento veniva presentato circa cento volte al giorno!

Ciò ha causato grande preoccupazione tra noi dello staff addestrativo. Rigurgitando così tante volte, la sua assunzione giornaliera di pesce è diminuita e ha perso molti dei nutrienti di cui aveva bisogno. Poiché la decisione di aumentare la dieta non era sufficiente e Xana dimostrava un'evidente perdita di peso, senza aspettare ancora di più , è stato progettato un meticoloso protocollo di addestramento.

 

Protocollo di addestramento.

Avevamo già il problema, ora dovevamo trovare una soluzione per spegnere questo comportamento indesiderato. Ho iniziato a preparare un piano di addestramento sapendo che era qualcosa di molto complesso e che sarebbe stato un lavoro molto lungo, che richiedeva molta perseveranza, sacrificio e dedizione, ma ero convinto che avremmo potuto farlo con il staff di addestratori che avevamo a Jungle Park (Tenerife).

Abbiamo scritto un protocollo molto dettagliato dei passi che avremmo intrapreso, accompagnato da una raccolta dati esaustiva, che ci avrebbe aiutato a sapere quando dovevamo andare avanti. I dati che abbiamo raccolto sono stati: l'ora della sessione e la sua durata, il nome dell'addestratore, quanto tempo è passato tra una sessione e l'altra, la quantità di pesce che ha mangiato, la zona della struttura in cui si trovava e con quale animale.

Ecco un esempio:

 

 

La prima parte del piano di addestramento consisteva nel fare delle mini-sessioni; nel intervalo di queste mini-sessioni , aspettavamo un minuto e tornavamo a fare una nuova sessione . Se rigurgitava, evitavamo qualsiasi interazione con lei per dieci o quindici minuti.

Nei primi giorni abbiamo avuto modo di fare cinquantotto sessioni giornaliere distribuite su dodici ore. Con questo siamo riusciti che Xana capisse in pochi giorni che, anche se la sessione fosse finita, presto saremmo tornati. E quindi, sarebbe più interessata alla nuova sessione invece di rigurgitare. Con questo abbiamo notevolmente ridotto il numero di rigurgiti.

Allo stesso tempo abbiamo iniziato a lavorare con lei sulla parte sociale, poiché nella scala sociale del gruppo è un animale sottomesso, anche qui abbiamo dovuto intervenire per migliorare questa situazione per evitare che questo influisse sui rigurgiti.

Ogni lunedì da programma si faceva un incontro con tutto il team per analizzare tutti i dati raccolti durante la settimana, e li se decideva se avanzare o meno nella pianificazione; se e come allungare il tempo tra una sessione e l'altra, se aumentare il tempo della sessione o la quantità di pesce.

Il passo successivo nel protocollo di addestramento fu quello di stimolarla ancora di più e di tenere occupata la sua mente, per ottenere questo traguardo, abbiamo deciso di addestrare con lei la distinzione di figure. Ciò ha causato un'ulteriore riduzione nel numero di rigurgiti, perchè abbiamo aumentato la sua motivazione in ogni sessione.

 

Xana e la distinzione di figure.

Per continuare con l'obiettivo di stimolarla e aumentare la sua motivazione in ogni sessione, il passo successivo è stato quello di iniziare ad addestrare l'associazione di un oggetto ad un comportamento.

 

Xana e l'associazione di oggetti a un comportamento.

 

Come abbiamo detto all'inizio, è stato un lavoro molto lungo e per fermare il rigurgito a Xana ci sono voluti circa due anni. Questo perché i cambiamenti che abbiamo apportato settimana dopo settimana erano molto dettagliati, per cercare di non ricadere nel problema.

Poco a poco abbiamo ridotto le sessioni giornaliere e prolungato il tempo di esse, fino a raggiungere sette sessioni giornaliere senza avere neanche uno episodio di rigurgito.

Queste mini-sessioni, addestramento alle figure, associazione di oggetti a un comportamento, sono state accompagnate da un altro addestramento , o sia , quello per potere eseguire un'endoscopia e una biopsia volontaria allo stomaco al fine di avere una diagnosi del suo stato di salute e cercare il motivo del rigurgito.

Tutto questo è stato possibile grazie al ottimo rapporto di fiducia che cè tra Xana , addestratori e veterinari di Jungle Park (Tenerife).

"Grazie team , perché senza la vostra dedizione e impegno questo non sarebbe stato possibile"

 

Restate sintonizzati per il nostro prossimo articolo in cui vi diremo come è andata con l'endoscopia volontaria di Xana.

 

E ricorda, se si può ... WeZooit!

 

 

 

 

 

 

 

SHARE